lunedì 16 ottobre 2017

AMISTAD. LA FIGLIA DELLA LUNA Francesca Redeghieri Segnalazione

La segnalazione di oggi è rivolta alle lettrici appassionate del genere storico: fresco di uscita negli store online, l' ultimo "pargoletto" targato Emma Books fin dalla cover d' impatto promette originalità e passione!
Una nuova "emma" per una nuova serie ambientata nel III secolo d.C., avente come protagoniste delle guerriere leggendarie, al fianco di Cartagine per contrastare l' espansione romana.La sinossi è molto promettente: siamo certe che ne vedremo delle belle e che non mancheranno passione, tormento e avventura!



Emma Books
AMISTAD. LA FIGLIA DELLA LUNA
FRANCESCA REDEGHIERI 
Serie Amazzoni#1 





Collana: Vintage
Formato: L
Prezzo: €4,99QUI il link amazon per l' acquisto


La Sinossi

Anno 219 a. C. L’esercito romano sta espandendo la sua brama di potere e solo un uomo sembra poterne arrestare l’avanzata: Annibale. Per questo i popoli che vogliono liberarsi dall’oppressione di Roma si uniscono al grande comandante cartaginese, tra di essi le leggendarie Amazzoni. Nei ranghi di questa stirpe di donne guerriere, le cui epiche gesta le hanno rese temibili in ogni angolo del mondo conosciuto, ci sono due sorelle, non solo di spada ma anche di sangue. I loro nomi sono Amistad e Briseide. La guerra cambierà bruscamente il corso della loro vita, sconvolgendo tutto ciò in cui hanno sempre creduto, ma insegnerà loro il potere dell’amore. Il prezzo da pagare però sarà alto: l’uomo che condurrà Amistad alla scoperta di una passione dolce e inaspettata è infatti un romano, il nemico. I due si troveranno così su schieramenti opposti, in una sfida contro il fato che si prenderà gioco di loro. Sullo sfondo, l’eco di una lontana maledizione divina. Le scelte di Amistad saranno difficili da affrontare, a volte persino inammissibili. Ma quando c’è di mezzo l’amore, nulla sembra essere impossibile…

Il romanzo di Francesca Redeghieri vi accompagnerà in un avventuroso viaggio nel passato. Una delle voci migliori e più suggestive, un debutto da non perdere per un’autrice che avrà molto da raccontarvi. - Adele Vieri Castellano

Il Booktrailer


L' Autrice



Francesca Redeghieri ha trentotto anni e vive con il compagno e la figlia Ginevra a Novellara, in provincia di Reggio Emilia.
Durante il giorno lavora come fioraia in un negozio chiamato Il Sogno, che rispecchia benissimo ciò che è, una vera sognatrice a occhi aperti. La sera, invece, quando tutti dormono, accende il suo PC ed entra nel magico mondo della scrittura.
Adora leggere e scrivere quando la casa è avvolta nel silenzio, perché così i suoi personaggi hanno libero sfogo di far sentire la loro voce.
All’età di diciannove anni ha pubblicato il suo primo romanzo storico: Come vento selvaggio (Beta, 2001), ambientato ai tempi degli indiani d’America.
Ha una scrivania piena di cassetti e dentro di ognuno c’è una storia diversa, che aspetta solo di essere raccontata.

venerdì 13 ottobre 2017

RUBRICA SEGNA(LA)LIBRO TRICOLORE #156

Nell'augurarvi un rilassante weekend dai toni estivi, vi lascio alcuni titoli tra i quali potreste trovare la giusta compagnia di questi giorni. 
Buone letture rigorosamente tricolore!!!





RUBRICA SEGNA(LA)LIBRO TRICOLORE







Titolo:  L'anonima M.  Storia di una donna
Autore:   Antonio Rispoli
Editore: PubMe
Genere: Narrativa
Pagine: 202
Prezzo:  14,99     Ebook: 6,99
Trama: La protagonista è una bambina di nome Maria, che viveva con i suoi genitori. La piccola aveva 3 anni con: occhi di ghiaccio e capelli biondi, una pelle bianca e liscia, molto paffuta e tenera nei suoi modi di fare. 
Una notte, mentre la famigliola felice dormiva, un balordo di nome Sebastian, s’introdusse nella loro casa per rubare, ma il padre di Maria, sentendo un rumore, scese al piano di sotto e dopo una tremenda colluttazione col malfattore, riuscì a neutralizzarlo, per poi chiamare la gendarmeria. 
Arrivarono due gendarmi, Ramì e Gerard. I due arresteranno l'uomo, ma lui prima di andarsene minacciò di ritornare e fargliela pagare; infatti, 3 anni dopo, Sebastian, tornò a casa loro e uccise i genitori della bambina, ma non fece in tempo a uccidere lei. 
In seguito, i vicini, sentendo piangere la bambina, chiamarono la gendarmeria. 
A quel punto, Gerard e Ramì, la presero in custodia e la portarono in orfanotrofio, dove l'andarono a trovare ogni settimana. In quell'orfanotrofio, trovò il direttore e suor Agata, che erano persone senza scrupoli, ma anche un’amica. Si chiamava Elisabeth e grazie a lei, i giorni trascorrevano sereni. Insieme le due cominciarono a sognare…



 Titolo:  La bottega dei sogni
Autore: Mariangela Camocardi
Editore:  Self publishing
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 250
Prezzo: 0.99
In abbonamento con KU
Trama: Uno chef sciupafemmine e i suoi piatti afrodisiaci. Un poliziotto che ama il tango e che scatena desideri proibiti in ogni donna che lo vede ballare. Uno stalker che vuole vendicarsi della ex che gli ha detto addio. E Ross, Nora e Penny, amiche che si ritrovano dopo anni davanti alla polverosa vetrina di una bottega di libri appena ereditata. La vita si diverte a intrecciarne i destini, mischiando amore, rivalità, vecchi risentimenti, odio e passione; Passione che travolge i sensi, oltre a quella per i libri...



Titolo:  La rosa del deserto. Isthar la sacerdotessa
Autore: Maria e Lina Giudetti
Editore: Self publishing
Genere: Historical romance erotico
Pagine: 270
Prezzo:  2,99
In abbonamento con KU
Trama:  Tanto tempo fa, in una terra antica, due popoli si davano battaglia... 
Ishtar, figlia e unica erede di un potente re barbaro è ancora in fasce quando la guerra che vede vittoriosi i sumeri cambia per sempre il suo destino, rendendola schiava di una razza a cui non appartiene. Bella e orgogliosa, con i capelli rosso fuoco e gli occhi verde smeraldo, cattura subito l'attenzione del giovane re Dungir che salito al trono dopo la morte del padre la nomina somma sacerdotessa di uno dei templi più importanti di Ur. Lui è affascinante, sensuale e caparbio, ma alterna con Ishtar dolcezza a crudeltà. 
Nonostante il sangue barbaro che le scorre nelle vene le urli di non sottomettersi, lei cede agli ordini del suo sovrano divenendo la sua concubina. Il loro sarà un rapporto conflittuale, passionale e tormentato. Dovranno imparare a difendersi dalle insidie di corte, affrontando vecchi e nuovi rancori...



 Titolo:  Mattia Melissa e il mistero del pozzo di Barumini
Autore: Benedetto Corrente e Maria De Santis
Editore: Youcanprint
Genere: Fantasy/mistery
Pagine: 90
Prezzo:  0,49
Trama: Melissa e Mattia, uniti dalla sete di conoscenza e dalla passione per gli enigmi, si ritrovano insieme in vacanza in Sardegna. Vivono un’incredibile avventura tra mostri ed intrighi nei sotterranei di un Nuraghe presso il complesso nuragico di Barumini dove vengono salvati da Francesco, ultimo discendente di una stirpe di cavalieri templari, custode di un antico tesoro. Altri personaggi sono: il professore di matematica molto severo di Mattia nonché papà di Melissa; la dottoressa Liberata, compagna dello stesso, che si rivela persona inaffidabile, pericolosa e malvagia; i genitori di Mattia, in perenne contrasto e conflitto.
Verrete rapiti e trascinati nella misteriosa e fantastica avventura in uno spaccato tra realtà e irrazionalità.



#3 Anime in gioco
Titolo: Davide R.
Autore: Emiliana De Vico
Editore: Self publishing
Genere:  Narrativa
Pagine: 206
Prezzo:  1,99
Trama:  I segreti non sono fatti per durare a lungo. Quando resistono più del dovuto, s'insinuano nei rapporti a cui più teniamo fino a distruggerli. 
Qual è il confine oltre il quale l'amore non riesce più a resistere sotto il peso delle bugie?
Lorenza e Davide sono ormai una coppia affermata, con i loro problemi e le
loro gioie, riscaldati dall'amore che provano l'uno per l'altra e dall'affetto
della piccola Giorgia. La loro quiete, però, viene interrotta quando a
Lorenza, assistente sociale, viene affidato un utente molto speciale: uno dei migliori amici di Davide. Lei si trova a doversi occupare di un Francesco malato, sull’orlo della disperazione. Tuttavia, l’uomo promette di iniziare un percorso di terapia a una condizione: Davide non deve sapere. E Lorenza ci prova, dividendosi tra la vita di casa e quella claustrofobica e nauseante al fianco dell’amico. Prova a essere leale con entrambi. Cerca di sopravvivere fino a che le bugie crollano e allora rischia di perdere tutto. Ma la felicità si guadagna solo combattendo. 



Titolo: L'estate interrotta
Autore: Alessio Moa
Editore:  Self publishing
Genere: Paranormal fantasy YA
Pagine: 152
Prezzo:  2,99 Cartaceo: 7,99
In abbonamento con KU
Trama: Alessio ha tutto per essere felice. Prima di tutto la scuola è finità, finalmente, e lui ha brillantemente superato l'esame di terza media; poi i suoi hanno promesso di comperargli uno scooter per i suoi quattordici anni che compie proprio in questo mese... E l'estate è già nell'aria, con le sue lusinghe, coi sogni da realizzare a ogni costo.
"Il futuro era una promessa da cogliere al volo; un sogno, una vaga inquietudine, un videoclip insolito ma suggestivo, senza una sceneggiatura definita, da vivere in prima persona. E adesso era alla sua portata. Sì, il futuro tremava già nelle sue mani. Bisognava solo raggiungerlo. Lui era pronto. Il mondo era pronto per accogliere i suoi sogni?
C’era un unico ostacolo. Qualcosa di brutto venuto non si sa da dove, come una nebbia troppo fitta che non si diradava e portava angoscia."
Una malattia. Suo padre che si ammala. D'improvviso tutto sembra cambiare.
Eppure, un pomeriggio, sulla spiaggia ancora sgombra di turisti, conosce una ragazza che sostiene possa aiutare suo padre. 
Chi è quella strana ragazza i cui capelli sembrano ardere? Perché non riesce a capire di quali colori siano i suoi occhi? Cosa c'entra con lei una vecchia dea dimenticata dal tempo che ha il nome di Ecate?
Quell'estate che bruscamente s'interromperà, segnerà la vita di Alessio, nel bene e nel male: vivrà avventure incredibili, conoscerà la tristezza, la solitudine, l'amore; si perderà nel regno dei sogni e delle visioni. Poi niente sarà più come prima.
Una notte di luna piena, una radura incantata, tutto si farà indistinto...
"La luna risplendeva, ormai quasi sopra le cime degli alberi, lattea, luminosa, accogliente. Illuminava il sentiero di una luce stranamente solida, tridimensionale. Un chiarore luminescente, diffuso, come lanugine che abbagliava. Una ragnatela di luce che si insinuava tra i cespugli, bucava le cime degli alberi, si rifletteva sulle superfici biancastre dei piatti di plastica abbandonati in mezzo all’erba e sui fazzoletti di carta imprigionati negli arbusti più bassi. Una bagliore incantato di luna che illuminava i suoi occhi, incendiandoli; facendo ardere di fuoco bianco le sue pupille."
Tra il paranormal fantasy e il realismo magico, tra la letteratura contemporanea e lo young adult, un romanzo affascinante, a tratti poetico, sulla scoperta dei sentimenti, sul mistero della vita, sulla difficoltà di diventare adulti.



Titolo:  Io, te e il destino
Autore: Manuela Dicati
Editore: Self publishing
Genere:  Narrativa rosa
Pagine: 256
Prezzo:  12,20   Ebook: 2,99
In abbonamento con KU
Trama: Camilla non può credere che sua madre l’abbia mandata a dormire in albergo, ma ancor meno può credere che l’uomo che si ritrova davanti alla reception, sia lo stesso che l’ha soccorsa una sera di tre anni prima. Eppure non ha alcun dubbio perché non ha mai dimenticato quelle iridi color zaffiro, capaci di vedere oltre la superficie. Ma cosa ci fa lui in quella piccola struttura in Val di Fassa quando l’aveva conosciuto come proprietario di un lussuoso quattro stelle a Passo Pordoi?
Anche Matteo rammenta la ragazza dagli occhi vivaci e il sorriso dolce alla quale aveva dato asilo, ma non immaginava che il caso li avrebbe fatti incontrare ancora. Il caso o forse il destino, imprevedibile quanto incontrollabile, che nel giro di poche ore si divertirà a intrecciare i fili delle loro vite.
Nello strabiliante paesaggio invernale delle Dolomiti, tra buffi incidenti, un cagnolino bisognoso, una sorella arrogante e una donna viziata e manipolatrice, Matteo e Camilla si scopriranno giorno dopo giorno fino a dover fare i conti con qualcosa che non si erano aspettati. Qualcosa di meraviglioso, ma anche delicato che rischia di essere spazzato via dalla realtà delle loro vite… A meno che entrambi non siano disposti a mettersi in gioco fino in fondo.




 Titolo: Sei dove sussulta il cuore
Autore: Simona Giorgino
Editore: Self publishing
Genere: Narrativa rosa
Pagine: 357
Prezzo: 0.99
Trama: Alla fine della storica relazione con il suo ex ragazzo, Tessa si trasferisce a Milano per svolgere la professione per cui ha studiato: traduttrice e mediatrice culturale. Assunta presso una comunità di accoglienza, Tessa si dedica totalmente al lavoro dimenticandosi di vivere la vita, fino a quando, a partire da quello che sembrava essere solo un temporale passeggero in un normalissimo lunedì pomeriggio, le cose per lei cominciano inaspettatamente a cambiare. L’incontro fortuito con un fascinoso quanto sfuggente commercialista, l’arrivo in comunità di un ospite ribelle e dal passato misterioso e un impegnativo trasloco in un nuovo appartamento nella periferia milanese saranno la chiave che aprirà nuovamente la porta del suo cuore, tenuta chiusa per troppo tempo. Così, tra segreti scoperti casualmente, serate trascorse presso antiche osterie dall’aspetto pittoresco e un viaggio in Puglia dal sapore tutto familiare, Tessa si troverà a dover fare i conti con i suoi tormenti sentimentali e a prendere delle decisioni che cambieranno il corso della sua vita.



Titolo: Dare to love
Autore: Rosa Campanile
Editore: Self publishing
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 64
Prezzo:  0.99
Trama:  Dopo aver perduto coloro che amava durante la Diffusione, Eve Lucas trascorre i suoi giorni nella Città Sicura di Savannah prendendosi cura degli altri sopravvissuti, mettendo il benessere del prossimo prima del suo. Ma c'è qualcuno che si prende cura di lei? 
Il soldato speciale Eric Smith è attratto da Eve, dalla sua bellezza e dalla sua bontà d'animo, un balsamo curativo per il suo cuore solitario. Nonostante capisca che la donna non desidera averlo intorno, Eric è testardo e non molla. La sua dolce ostinazione basterà a far sì che Eve osi tornare ad amare?



#1 Le brume delle Highlands
Titolo: L'angelo ribelle
Autore: Alexandra Forrest
Editore: Self publishing
Genere: Historical romance
Pagine: 317
Prezzo:  2,99
Trama: Inghilterra, metà del XIX sec.
Shannon McLeod, dopo la stagione mondana londinese e un lungo periodo di lontananza, torna in Scozia per trascorrervi le vacanze e rivedere la famiglia del lato paterno.
Ancora adolescente, Shannon ha perso la madre ed è cresciuta presso i nonni materni a Londra, poiché suo padre, archeologo e studioso, compie spesso viaggi assai lunghi e avventurosi. Negli ultimi tempi, però, suo padre non manda notizie. Si sa soltanto che è disperso in India e sembra che a nessuno interessi la sua sorte.
Nell’avito castello di Dragonyr, Shannon ritrova l’atmosfera magica della sua infanzia, assieme alla zia Ethel, le cugine Scarron e Gwyneth, e in particolar modo il cugino Devon, giovane affascinante e scapestrato il cui corteggiamento, almeno all’inizio, la infastidisce.
Durante la permanenza al castello, Shannon conosce Nicholas McDougall, figlio del pastore protestante, bellissimo e infelice, da cui si sente suo malgrado attratta. Tuttavia la famiglia esercita pressioni affinché sposi il cugino Devon, che nonostante i burrascosi trascorsi sembra deciso a cambiare per amor suo. Sedotta dal suo pericoloso fascino, Shannon accetta la proposta di matrimonio.
Uno sbaglio che le costerà assai caro.



Titolo: Gerardo di Pietrascura
Autore: Roberta Martinetti
Editore: Self publishing
Genere: Storico anacronistico
Pagine: 150
Prezzo:  0.99
Trama: Storico Anacronistico. Adulti. Contiene scene di sesso esplicite.

Mai Gerardo avrebbe pensato che la ricca e viziata duchessa Damiri Scardovelli potesse mostrare interesse nei confronti di un semplice cavaliere, tanto meno che la bella dama posasse gli occhi proprio su di lui. Invece è proprio ciò che accade una notte in mezzo al bosco.
Da sempre innamorato di lei, il cavaliere di Pietrascura si lascia travolgere dal capriccio della nobildonna, che da lì a breve tornerà a cercarlo, supplicandolo di aiutarla. Ciò che la duchessa gli propone è assurdo e inconcepibile ma, dopo un’iniziale titubanza, Gerardo non riesce a negarle ciò che le occorre.
Travolti da sentimenti di cui non conoscevano neanche l’esistenza, Gerardo e Matilde intrecceranno una dolcissima e pericolosa storia clandestina che li costringerà a scegliere tra una vita vuota ma socialmente accettabile e un’esistenza da reietti.
Servi, amici e dame di compagnia li affiancheranno in un susseguirsi di vicende, tra colpi di scena e tradimenti.
Riuscirà l’amore a trionfare o la vendetta del crudele duca Scardovelli si abbatterà implacabile su di loro?



Titolo: Il re degli inganni
Autore:  Simona Friio
Editore: Self publishing
Genere: Narrativa storica
Pagine: 651
Prezzo:   16,54    Ebook: 3,49
Trama:  È il 1387 quando Alma della Casa di Pietà raggiunge la Val d’Ossola, lasciando l’abbazia dove, sotto mentite spoglie, ha appreso gli insegnamenti dei monaci di San Gallo. La sua ambizione è emanciparsi, riscattarsi da una condizione debole e umiliante perché le femmine non sono buone a niente, questo le dicevano le consorelle prima che fuggisse dal convento natio.
A Candoglia si presenta con lo stesso nome con il quale si è ritagliata un posto alla scuola dell’abate Remigius, Goffredo, ed è in cerca di un impiego.
La cava nei pressi del monte Orfano si dice che dia lavoro a molti. A Milano si sta costruendo la cattedrale dei Visconti e tanta operosità sembra fatta proprio al caso suo. Il Maestro di pietra, Rodolfo Della Terra, accetta di arruolarla nella squadra, ma le affida mansioni leggere. Si è accorto subito del suo fisico da signorino…
Alma, affascinata dalla vita in cava, entusiasta della vita in generale al di fuori di un convento, si lascia stregare dalla quotidianità di una realtà rurale fatta di cose semplici. Impara ad apprezzare le persone e le loro debolezze. Tocca con mano la sofferenza e il dolore, quando la peste arriverà a mietere centinaia di vittime. C’è una cosa, però, che ostacola il suo desiderio di emancipazione: i sentimenti che nutre verso Rodolfo Della Terra… Ed è sotto il peso di quel segreto che Alma lascia Candoglia e approda a Milano, la città per eccellenza, il regno dei Visconti.
A causa di un equivoco, però, è imprigionata nella fortezza, dove conosce Francesco Novello detto il Carrarese, erede della Signoria di Padova. Nonostante le condizioni e l’avversa circostanza della prigionia, fanno conoscenza. Escogitano un piano ed evadono, ma lei è costretta a rivelargli la propria identità.
Il clima che si respira è foriero di sventura. La minaccia di un’altra guerra per la conquista dei territori è alle porte e la questione papale si riaccende: Avignone o Roma? Gli eserciti sono in marcia verso Alessandria.
Rodolfo, con il suo piccolo esercito di picasass e contadini, si unisce alle milizie viscontee per combattere contro lo stesso Carrarese. E contro di lei... 




Titolo: Tre ragazzi e il ciambellone
Autore:  Giulio Togni
Editore: Kimerik
Genere:   Narrativa
Pagine: 180
Prezzo:  13,60   Ebook: 4,49

Trama:  Meo, Matteo e Ario abitano in uno strano condominio dove regna il rispetto assoluto delle regole e tutti vivono serenaamente, avendo cura di non disturbare gli altri inquilini e di proteggersi l’un l’altro dalle minacce che incombono al di fuori del complesso abitativo.
Ma la curiosità dei tre ragazzi di conoscere la realtà esterna cresce di giorno in giorno, fino a quando decidono intraprendere un viaggio imprevedibile e che li coinvolgerà in una bizzarra situazione, incontrando strani personaggi che nascondono un pericoloso segreto.








REVIEW TOUR POSSESSION. ROVINA Valentina C. Brin Recensione


Preparate un cocktail di bicarbonato e citrosodina: ne avrete bisogno. E già che ci siete  anche una moka di caffè da sei, poiché  quando inizierete Rovina non lo chiuderete finché non lo avrete finito:  soggiogati dai colpi di scena e soprattutto dalle personalità oltremodo incisive dei due protagonisti della vicenda. 

Self publishing 
POSSESSION. ROVINA
VALENTINA C. BRIN



Serie: Obsession saga#2.2
Editore: self publishing
Genere: MM historical dark
Prezzo: € 2.99 ebook –  € 13,00 cartaceo
QUI il link per l' acquisto 


La Trama
Londra, 1687. Sono trascorsi sei anni da quando Charles Rochester, duca di Norfolk, ha ucciso. I suoi peccati sono stati sepolti e adesso ha tutto ciò che ha sempre desiderato: una posizione di prestigio a corte, un’amante bella e manipolabile e, soprattutto, l’amore incondizionato di Dorian, il servo che gli ha rubato il cuore. Ma quando la ruota del destino comincia a girare, il mondo perfetto di Charles inizia a sgretolarsi. Un nuovo nemico ha giurato di distruggerlo ed è deciso a colpirlo sfruttando la sua debolezza più grande: i sentimenti che nutre per Dorian.
Adesso l’uomo che ama è anche colui che potrebbe rovinarlo e, se non starà attento, i segreti che ha protetto per tutti questi anni potrebbero venire a galla.
È arrivato il momento di decidere cosa conta di più: l’amore o il potere.
Non si può mentire per sempre.
Il sangue versato ha un prezzo.
Ed è ora di pagarlo.
Opinione di Charlotte
Rovina è la seconda parte di Possession , tanto preciso nella ricostruzione storica e sociale dell' epoca nella quale è contestualizzato, tanto  coerente con il precedente Ascesa e con gli altri romanzi della saga Obsession, quanto diverso da ciò che è stato  letto finora :  nuovo e tutto da scoprire   per ambientazione ,  intreccio e dinamiche relazionali. Dalla tenuta del duca ci si sposta alla corte del Re d' Inghilterra: un carnevale di donne affascinanti, di uomini avidi,  di passione torbida    e di cospirazioni che hanno origine tra un ballo e una battuta di caccia , e  che si risolvono quasi sempre in sontuose camere da letto . A fare da contraltare le cupe soffitte della servitù, i bordelli  , i pagliericci nelle stalle: luoghi di sfogo degli istinti,  dotati di occhi e  di orecchie, che costituiscono minaccia ai segreti e opportunità di ricatto .  Tutti gli occhi dei nobili inglesi sono puntati sul carismatico Charles, che ambizioso e crudele come ha già dato illustre  prova di essere,  sfrutta il suo carisma e  le arti ben conosciute e in lui innate  dell' inganno, della corruzione e della manipolazione altrui per conquistare favori, potere, posizione preminente all' interno della corte. Riesce sempre nel suo intento, non guarda in faccia nessuno e non ha  coscienza:   senza  pietà di  amanti e nemici, tanto  più si rivela  vizioso e sporco, quanto più diventa  inviolabile e intoccato . Ma il suo punto debole ce l' ha, eccome: enorme croce e immensa  delizia,  il valletto Dorian è quanto di più puro , innamorato e incondizionatamente devoto. E quanto di più pericoloso per la sua immagine.   Una vittima sacrificale predestinata e impotente del bel duca? O l' unico   uomo che pur essendo in una posizione subordinata riesce a guardare Charles  alla pari, a vedere quel che egli cela a chiunque altro,   immancabilmente disorientandolo e colpendolo al cuore?Amare e proteggere  una persona del proprio sesso  tentando di non esser scoperti ha un prezzo molto alto e rischia di compromettere anche i più imponenti castelli di carte : saranno disposti Dorian e Charles ad accettarlo, a trovare un compromesso, ad operare una scelta? 
Questo e molti altri interrogativi spingono il lettore ad affrontare le pagine di Rovina l' una dopo l' altra, ingordamente : intrallazzi fra lussuria e cupidigia  soverchiano   un amore vero che è anche  un legame possessivo e distruttivo , pulito ma proibito, salvifico eppur devastante . E quando riesce a liberarsi dai condizionamenti sociali e dai lacci che imprigionano il cuore di Charles,  questo sentimento restituisce  pagine di bellezza e di pace che , amplificate da focosi amplessi,  hanno il sapore dell' innocenza e della messa a nudo dell' anima.   
Il valzer delle emozioni è smisuratamente concitato, tormento e sadismo si avvicendano a sequenze fatte di estasi , e a vere e proprie dichiarazioni di amore espresse con il corpo e con lo spirito. La penna perfezionista  di Valentina C. Brin, la cui fluidità è pari alla poesia e all' incisività, è di un' empatia straordinaria e  disarmante: leggendola non si può che rimanere affascinati dalle riflessioni, dagli sbalzi di umore, dalle tensioni e dalle emozioni delle quali ogni pagina è imbevuta, e dalle contraddizioni alle quali nessun  personaggio è immune , che invitano il lettore a comprendere il punto di vista di vittime e carnefici, immedesimandosi in ciascuno di essi.
Possession.Rovina è una lettura consigliatissima, avvicente ed indimenticabile: una prova  graffiante  ed esemplare per un' autrice che ha un universo  di idee e di passioni da esprimere, e   tutte le capacità tecniche ed emotive per farlo.  

La Saga
Obsession (Obsession saga#1)
Il prezzo della passione (Obsession saga#1.1)
L’uomo di fede (Obsession saga#1.2)
Possession - ascesa (Obsession saga#2.1, ) recensione QUI
Possession - rovina (Obsession saga#2.2)

Di Valentina C. Brin abbiamo recensito anche:
Dillo alla neve ( recensione QUI

L' Autrice


Valentina C. Brin è nata nel 1985 a Padova, dove vive tuttora. Ha una laurea in Psicologia, tre gatti e una passione per la danza e il disegno. Ha scoperto l'amore per la scrittura nel 2003, quando ha iniziato a proporre ai lettori le sue prime storie originali sul sito di fanfiction EFP. Nel 2011 ha collaborato con Il resto del Calini, giornalino scolastico del liceo Calini di Brescia, pubblicando sulle sue pagine il racconto Papercut. Nel 2013 ha esordito come autrice self con la Obsession saga (Obsession, Il prezzo della passione, L'uomo di fede, Possession-Ascesa), a cui è seguito il racconto paranormal romance Dillo alla neve.


Contatti:
sito ufficiale -> http://www.valentinacbrin.it
goodreads -> http://www.goodreads.com/author/show/7159675.Valentina_C_Brin




mercoledì 11 ottobre 2017

LA PROSSIMA PAROLA CHE DIRAI Chiara Bottini Recensione

Di nuovo si sentì fatalmente interpretata dalle frasi di Giulia, quasi accudita, protetta: poteva essere d'accordo, annuire virtualmente, assaporare il sollievo di non essere sola, ma senza esporsi, restando quel passo indietro che la salvava da un'inevitabile caduta, da un crollo rovinoso. 

Due donne, due esistenze, un incontro casuale virtuale. Questi sono gli ingredienti per un romanzo che naviga nel vasto e impervio animo femminile. Giulia e Livia sono due donne in cerca di conferme, di un'anima affine capace di capire e immedesimarsi. Il caso le farà incontrare, la realtà le vedrà molto più vicine di quanto possono immaginare. Una piacevole quanto "densa" immersione nelle complicate pieghe dei pensieri femminili, delle aspettative disattese e dell'amore idealizzato e non fino in fondo corrisposto. 





Centauria


Se prendere e lasciare sono entrambi spaventosi,
esiste una terza opzione. 
Ma è indispensabile credere nelle eclissi. 


LA PROSSIMA PAROLA CHE DIRAI
Chiara Bottini

Editore: Centauria
Collana: I Falchi
Genere: Narrativa
Pagine: 187
Prezzo: 15,00
Ebook: 8,99


Trama

Livia ha perso la testa per Mattia, un collega più giovane. Giulia Maria è ossessionata da Riccardo, conosciuto online. Entrambe sono sposate. Entrambe sono abituate a esprimere su Twitter i loro pensieri profondi, leggeri, ironici o provocatori. Si leggono, si intuiscono, si scoprono. Poi iniziano a scriversi e la quotidianità di Livia si popola delle romanzesche mail di Giulia Maria, mentre le storie si complicano e dare fondo alle contorsioni del cuore diventa condizione della sopravvivenza. Non sanno bene quanto le esperienze che stanno vivendo siano simili. Sanno solo che quel sentire che ti spacca in due ha bisogno di venir fuori. In una sinfonia di voci autentiche e appassionate, conversazioni virtuali ed eventi reali si intrecciano in un vortice che mette tutto in discussione. È più vero l'amore con una persona che puoi toccare, senza mai afferrarla, o quello con un'entità fatta soprattutto di parole, che però possiedi e ti possiedono fino in fondo? È più fedele chi nega la passione e tradisce con la mente, sul crinale sicuro del rifiuto, o chi vive la limpida crudeltà del sesso clandestino? Quale delle due realtà è più fittizia, più volatile: quella di carne o quella di byte? Difficile rispondere, perché l'amore è ovunque. Anche se non è detto che, alla fine, trionfi.



opinione di foschia75


La prossima parola che dirai è la storia di due donne che si incontrano casualmente nello sterminato mondo del web. Ne nasce un intenso e tormentato scambio epistolare virtuale, fatto di racconti, speranze e emozioni contrastanti. 
Giulia e Livia si incontrano in un momento di vulnerabilità, un periodo nel quale hanno perso un po' di lucidità per via dell'amore inaspettato per due uomini che non sono quelli che hanno sposato. Sarà questa situazione clandestina e trovarle affini e complici. Giulia con le sue mail appassionate conquisterà Livia trascinandola nel turbinio dei suoi pensieri e delle sue emozioni, ora costruttive, ora meno. Il loro incontro e lo scoprirsi molto più simili di quanto si aspettassero, le spingerà ad aprirsi l'una all'altra, confidando la loro passione e le loro aspettative verso un sentimento "illecito" che non potrebbero condividere se non con una sconosciuta. 
Raccontarsi l'una all'altra le aiuterà a guardarsi dentro e capire se valga davvero la pena tradire, vivere una storia d'amore a distanza o in ufficio. Giulia e la sua travagliata storia con Riccardo, Livia con la sua storia idealizzata con Mattia. Approcci diversi, che potrebbero aiutare l'una o l'altra a trovare il giusto equilibrio o compromesso. 
Giulia travolge Livia con la sua iniziale sicurezza e forza d'animo, ma giorno dopo giorno Livia imparerà a conoscere i suoi punti deboli e le sue paure intuendo che attraverso le emozioni di Giulia può vedere molto di se stessa. 
Condividendo i propri stati d'animo e le proprie aspettative, entrambe capiranno per cosa vale la pena lottare e cosa sarà destinato presto a finire. 


No, non era più una storia d'amore che inizia, si svolge, finisce, era il braccio di ferro tra due culture, due modi opposti di concepirlo, l'amore, di interpretarlo e trovargli una collocazione nella realtà, facendolo confrontare col peso di un'identità in evoluzione. Il tutto nell'assenza. Un'operazione difficilissima, sfibrante  e inedita per entrambi. 

Ho apprezzato molto il talento dell'autrice nel trasmettere una ridda di sensazioni e emozioni tipiche dell'animo femminile davanti a certi avvenimenti. Non riusciamo ad affrontare certe emozioni se non le condividiamo con qualcuno. Credo che il mondo virtuale abbia un gran potenziale se utilizzato con acume. Io stessa ho stretto amicizia (inizialmente virtuale) profondissima e viscerale con una donna che legge i miei pensieri come un libro aperto. Noi donne sappiamo essere delle creature davvero complicate e intellegibili, ma nel momento più delicato abbiamo strettamente bisogno di aprirci a qualcuno che ci sappia ascoltare e che magari abbia il nostro stesso modo di vedere il problema e sviscerarne l'eventuale soluzione. Spesso all'improvviso ci rendiamo conto che nessuno meglio di noi può avere la soluzione, ma guardare nelle vite degli altri può aiutare a vedere meglio i nostri errori. 


Forse stava guarendo. Le considerazioni su Giulia e il suo bordello interiore erano distanti, sbiadite, meno coinvolgenti delle ultime settimane. Farsi sbattere dal marito l'aveva riconciliata con l'immagine della sua vita che poteva accettare i innalzare a esempio di cosa è giusto e normale fare quando si sta in coppia per scelta. Quando si prende un impegno e non ci sono ragioni per essere scontenti o andare a cercarsi emozioni altrove. 

Giulia e Livia, l'incontro casuale in un momento molto delicato delle singole esistenze. Dubbi, alibi emotivi, arringhe per auto convincersi di aver preso la strada giusta. Tutto questo porterà entrambe a guardarsi indietro e valutare ciò che si possiede per scelta e ciò che si potrebbe avere per capriccio. 
Le relazioni non sono mai facili in qualsiasi modo le viviamo, ma è necessario valutare cosa si perde e cosa si cerca di afferrare. L'amore reale e quello idealizzato non sempre coincidono, ma arriva un momento nel quale è necessario valutare il prezzo che siamo pronte a pagare per trovare le risposte.

Ogni relazione ha un anello debole, è risaputo. Io lo sono con Riccardo, Mattia lo è con te. Ma non credo affatto che sia chi ama di più: credo, invece, che sia chi è incline a mettere sul piatto una fetta  di sé molto più grossa di quanto servirebbe, a investire tempo, vitalità e palle. 


Chiara Bottini ha saputo magistralmente trasmettere le insicurezze di noi donne, i dubbi e le paure di chi non sa come incanalare le emozioni, come vivere una storia d'amore e riuscire a metterci serenamente la parola fine. 


L'autrice





Scrittrice e blogger non-nativa digitale, si occupa di comunicazione e cura l’immagine delle aziende attraverso i contenuti. Ha pubblicato nel 2015 il romanzo noir La partita del diavolo (Absolutely Free, con Roberto Renga).

martedì 10 ottobre 2017

LA METÀ CHE HO LASCIATO Mònica Carrillo Recensione

Uno non sa mai quale sarà il volo della sua vita.
Si parla un sacco di treni, che passano solo una volta e tu devi prendere al volo, perché non si fermeranno più così vicini. Però nessuno parla degli aerei, che vanno contro natura, ti prendono e ti portano a diecimila metri dal suolo. Un mostro gigante che ti ricorda che puoi raggiungere i tuoi obiettivi. Sto volando, pensi. E a volte ti fa provare la fragilità assoluta. Perché quel mostro non ti considera. O meglio, non gli importa niente di te.



NORD
LA METÀ CHE HO LASCIATO 
Mònica Carrillo



Traduzione a cura di Patrizia Spinato e Giorgia Di Tolle

Casa editrice: Nord
Collana: Narrativa
Genere: Narrativa
Pagine: 306
Prezzo: 16.60€
Ebook: 8.99€




Trama


Un attimo di distrazione, una frenata brusca, poi il buio. Malena non sa cosa sia successo, però è consapevole che quell'incidente potrebbe far calare il sipario sulla sua breve esistenza. In bilico sull'orlo dell'abisso, Malena ripensa alle scelte che l'hanno condotta fin lì, agli amici che l'hanno sorretta o delusa durante il cammino, e a Mario, la persona che più di tutte ha forgiato il suo destino. Perché Mario era il suo mondo, mentre lui la considerava solo un'avventura. Malena si era illusa che, col tempo, lui sarebbe cambiato. Ma, ora che il suo tempo forse sta per finire, Malena ricorda i messaggi senza risposta, le parole non dette, i baci negati, i gesti scostanti e i lunghi silenzi. E si rende conto che, per seguire lui, stava sacrificando la sua vita. È quindi arrivato il momento di voltare pagina, di affrontare la verità con coraggio, d'imparare ad amare senza paura e senza rimpianti, soprattutto se stessa. Se il destino vorrà darle una seconda occasione, Malena sarà pronta ad assaporare fino in fondo ogni gioia che il futuro avrà da offrire…



Col suo stile delicato, intenso e poetico, Mónica Carrillo dà vita a una storia in cui s'intrecciano i fili dell'amicizia e della perdita, della gioia e della speranza, mostrandoci come siano i rapporti che forgiamo e l'amore che riceviamo a dare senso alla nostra vita. 




Opinione di Sybil



La metà che ho lasciato è un romanzo che non ha bisogno di tante parole per essere descritto. Semplice come la sua struttura e profondo come il suo contenuto, sa perfettamente dove colpire e con quale mezzo, lasciando il lettore in balìa di emozioni potenti e devastanti. Uno scorrere di pagine veloce e oserei dire pure violento, inteso non nel senso di immagini macabre, ma di sentimenti così veri da diventare destabilizzanti. Avete capito a cosa mi riferisco? Al doppio gioco della vita, a quel dare e perdere, a quel ricevere e lasciar correre, allo sbagliare e al rendersene conto, al non cadere e al pentirsi di non aver provato a saltare. La metà che ho lasciato è il grido silenzioso di una ragazza con tanti conti in sospeso, animata dalla comune illusione di aver tempo per trovare coraggio. A parlare è Malena, una giovane donna in punto di morte. In realtà non parla veramente, il suo corpo non risponde più, i suoi occhi non riescono più a vedere ma la sua mente…è tutta un’altra storia. Malena è vagamente consapevole di essere rimasta vittima di un incidente stradale, sente delle voci intorno a lei, ma non riesce in alcun modo a comunicare con loro. Si rassegna così a fare i conti con il suo io più profondo, ricordando momenti importanti della sua vita, giorni in cui avrebbe potuto cambiare strada, accettare di soffrire oppure correre il rischio e dire basta. Sin dalle prime pagine si capisce che il dialogo è più rivolto a se stessa che agli altri, anche se in fondo non è altro che un modo per dire addio alle persone che le sono sempre state vicino, nel bene e nel male. Immaginate un romanzo incentrato solo e unicamente sull’addio, che poi lentamente si ingigantisce racchiudendo al suo interno ogni più piccola sfumatura del saluto eterno, quello definitivo e irrevocabile, il tutto nascosto dalla genuinità dei sentimenti di una giovane donna. Detto così può sembrare uno strumento di tortura, in realtà è un’esperienza intima e segreta, il bisbigliare silenzioso di un'anima che ancora non se ne vuole andare. Quello che ho apprezzato di più nella narrazione è la scelta dell’autrice di inserire la voce fuoricampo di un personaggio insolito: la cagnolina di Malena. In alcuni capitoli è proprio Mia la cagnetta a prendere voce. Morta molti anni prima, dall’aldilà cerca di dare conforto alla sua padrona, ricordandole a modo suo quanto la vita sia speciale, spingendola a trovare la forza per continuare. La voce di Mia è riuscita a stemperare momenti estremamente drammatici, facendo sorridere il lettore con le sue bizzarre descrizioni delle cose che “noi essere viventi” siamo soliti fare. Grazie a queste semplici divagazioni, che poi in fondo tanto semplici non sono, l’autrice è riuscita a creare una bolla d’aria agrodolce nella narrazione, nascondendo sotto il dolore il gioioso messaggio della vita. Altro dettaglio degno di nota è il saper snodare la narrazione in modo del tutto analogo ai ragionamenti della mente, ossia in un susseguirsi di pensieri e ricordi, privati in parte degli schemi rigidi del linguaggio. Sembra davvero di essere dentro la mente di Malena.

Sinceramente la cosa che ho amato di più in questo romanzo è la sua schiettezza, nata soprattutto dalla consapevolezza della protagonista di avere i minuti contati e forse di non poter mai assaporare un ipotetico domani. È per questo che arriva dritto al cuore e ti investe, portandoti giù e poi di nuovo su, senza darti tregua, pagina dopo pagina. 
Consiglio questo libro ad ogni tipo di lettore, senza distinzioni. È intenso, travolgente, passionale e poetico. Ci fa piangere e poi sorridere, disperare e poi sperare…




La pioggia ha una sola direzione, come gli amanti che precipitano inesorabilmente l’uno verso l’altro come una nube che si scarica al suolo. E solo quando il sole si mostra di nuovo, magari il giorno seguente, dopo due mesi, o la stagione successiva, solo allora l’acqua evapora e torna a essere nube. Però non sarà più la stessa, né cadrà sulla stessa terra, né bagnerà lo stesso territorio. Sarà pioggia, continuerà a cadere, continuerà a essere acqua, però niente sarà più come quella volta in cui ha allagato tutto.






L'autrice 



Mònica Carrillo è nata a Elche, un paesino vicino ad Alicante, in Spagna. Dopo la laurea in giornalismo, ha iniziato a lavorare per l’EFE, una delle maggiori agenzie di stampa spagnole, per poi intraprendere una folgorante carriere nel mondo della televisione. Attualmente è presentatrice e giornalista per Antena 3. La metà che ho lasciato è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.