venerdì 28 luglio 2017

SARAI IL MIO GIOCATTOLO Mariella Mogni Recensione

Mariella Mogni torna ad impreziosire la collana digitale femminile Rizzoli con un romanzo emotivamente complesso, estremamente passionale, dalle dinamiche mai scontate.


Youfeel Rizzoli
SARAI IL MIO GIOCATTOLO
MARIELLA MOGNI


Genere: Romance erotico
Pagine: 143
Prezzo  ( solo ebook) : € 2.99 
QUI il link per l' acquisto 

La Trama
Avevano preso strade diverse, ma ci sono amori che non finiscono. Elisa, moglie tradita e libraia sull'orlo del fallimento, rincontra per caso Lorenzo, l'amore della sua adolescenza. Tra antichi rancori e un'attrazione mai sopita, Elisa e Lorenzo riprendono a frequentarsi. Lui le propone una torrida relazione erotica da cui sono esclusi i sentimenti. L'unica relazione che Elisa, intenzionata a salvare il proprio matrimonio per non danneggiare i figli, possa permettersi. Nonostante il proposito di dargli tutto di sé tranne il cuore, Elisa presto scopre di amare ancora Lorenzo. Ma vale la pena di mettere sottosopra la propria esistenza per un uomo che la considera solo un giocattolo? Un romanzo che ha al centro una donna divisa, tra la vita perfetta che aveva costruito per sé, i propri doveri di madre e la propria piena realizzazione.



Opinione di Charlotte
Come  stanno felicemente ( finalmente!)  sperimentando molte autrici  negli ultimi tempi - ma lei a onor del vero lo fa già da un bel po' -  Mariella  affronta l’ amore, l’ erotismo, la scelta di vita, l’ illusione romantica, attraverso gli occhi di una donna matura, moglie e madre, divisa tra abitudine e fame di esperienze, dovere e piacere, perbenismo e trasgressione,  nonché turbata dai primi segni del tempo che si fanno strada sul suo viso e sul suo corpo.  
Anni di vita coniugale sembrano perdere valore , mute richieste  si scontrano con muri, prendersi cura  dei propri figli non basta più per essere felici. Il  tradimento che Elisa subisce  è la goccia che  concorre  a minare l’ autostima di una donna rassegnata ad una piatta routine: l' incontro inaspettato con quell' amore  mai dimenticato  è un cataclisma che sconvolge la sua vita incasellata. Niente di meglio - o di peggio - per generare turbamenti di ogni sorta,  e  stati d’ animo confusi ora esaltanti e peccaminosi, ora sconfortanti e nostalgici. Elisa si trova  tra due fuochi,    una tegola e una lusinga, un matrimonio da salvare e una tentazione dal passato, e non sa  capire come gestire le sue pulsioni, e se sentirsi   più desiderata o usata. La personalità affascinante di un Lorenzo diviso tra tentazione e vendetta fa il resto: il gioco psicologico dell' uomo passa per vecchie ruggini,  per sensi di colpa, per quanto non detto e non vissuto. Parallelamente, il tormento viene  stemperato nella lusinga, nella speranza, nella tenerezza,  nel raffinato e torbido erotismo.
Né santi né peccatori per Mariella Mogni,  solo uomini e donne talora deboli, non immuni all' errore, ai quali non viene concesso alcuno sconto: quel che si vuole davvero, va conquistato con determinazione,   anche a costo di soffrire, di sacrificare,  di prendere batoste.
Su queste basi si snoda un conflitto profondo e assai credibile  tra spensieratezza e maturità, tra la  voglia di cambiamento e la rassegnazione nel preservare  quel  che di buono è stato realizzato. Il sogno che diventa realtà destabilizzama al contempo dona  linfa vitale e costituisce un' iniezione di fiducia. Gettarsi alle spalle un’ occasione significherebbe essere pragmatici o codardi?
Mariella alterna sapientemente toni malinconici  e intimi  con il piacere e la passione:   i legami si fanno ora cupi ora limpidi, e il sentire  profondo , grintoso, agguerrito dell' autrice è perfetto per  delinare vividamente difficoltà e gioie . Per permettere alle anime di Elisa e di Lorenzo di spogliarsi, di affrontare intesa, voluttà, umiliazione e caduta nel baratro, salvo poi risalire e scegliere come , dove spiccare il volo  e a quale altezza. . 
“..cosa sarebbe accaduto se solo avessi provato a mettermi in gioco? Se avessi lasciato Dario a una settimana dal matrimonio per stare con lui?” 
La risposta a questa domanda la si conosce solamente alla fine del romanzo, che per intensità emozionale considero ad oggi il più riuscito di un' autrice tanto realista , scevra da moralismi e pregiudizi ,  quanto empatica nel raccontare indimenticabili fiabe d' amore .


Di Mariella Mogni Sognando tra le Righe ha recensito: 
Concerto a due voci ( recensione QUI)
Oltre l' amore ( recensione QUI
Peccati di famiglia ( recensione QUI)  
I nostri incontri proibiti ( recensione QUI )  
La donna di tutti ( recensione QUI
L' Autrice
MARIELLA MOGNI vive in provincia di Firenze con il marito, il figlio e un gatto. Laureata in lettere, è attualmente casalinga. Ama scrivere. Con il racconto Concerto a due voci si è cimentata per la prima volta con il genere erotico e ha vinto la seconda edizione del concorso «Entra anche tu in Sperling Privé» Sempre per Sperling privé è uscito Oltre l' amore, mentre Peccati di famiglia è il suo primo lavoro edito da Youfeel Rizzoli, seguito da I nostri incontri proibiti e La donna di tutti




2 commenti:

Mariella Mogni ha detto...

Grazie è sempre un piacere ricevere recensioni come queste dove la lettura, attenta e puntuale, arriva davvero al cuore del romanzo. Di nuovo grazie a questo splendido blog e ad Agostina che sa leggermi dentro.

Bruny D. Rizzo ha detto...

Wow 😍 io non ti devo leggere 😂 bellissima recensione Charlotte, che sia il caso di conoscere questa penna proprio da questo libro?