sabato 27 luglio 2013

CRIMSON SHADOW Katherine Keller Recensione

Si erano conosciuti per caso in un giorno come un altro,quando per loro il destino era quello di vivere distanti, di essere nemici in un mondo che non perdona un errore, che non perdona la diversità.Si erano punzecchiati, si erano aggrediti, si erano stuzzicati, si erano avvicinati come un uomo e una donna,si erano innamorati semplicemente, un momento dopo l'altro. E quel sentimento aveva vinto contro tutto, contro il passato, contro i dubbi, contro le avversità, contro la vendetta. Adesso Lance e Sophia erano una cosa sola e se fossero stati fortunati, lo sarebbero stati per sempre.



Credo che, con un' introduzione così, Katherine Keller non abbia bisogno di ulteriori presentazioni. Parlano le sue righe, le sensazioni che queste trasmettono al lettore... presentandoci due personaggi che avranno il potere di farci tremare e sospirare d'aspettativa. Non avrete un momento di tregua, perchè entrambi vi rapiranno con un carattere davvero irresistibile. Un paranormal maturo e intenso, assolutamente italianissimo, frutto di un connubio vincente.
 
 
 
Dal 24 Luglio sugli store online
(e presto in cartaceo)
 
Ebook : 2.99 (Amazon)
Pagine: 378
Cartaceo: (data da definire)
 
 
Trama
 
In una Londra popolata di creature che vivono nell'ombra, si muove sicura e sfrontata, la cacciatrice Sophia Holloway, una donna temeraria, irriverente, senza peli sulla lingua, pronta a tutto pur di sterminare gli odiati vampiri dalla faccia della terra. Ma non ha fatto i conti con un affascinante vampiro ultracentenario dai modi galanti, Lance Galahad, che farà di tutto per domare il suo spirito ribelle.
Tra i due inizierà un gioco fatto di incontri/scontri che li porterà inevitabilmente ad avvicinarsi.
E mentre cercheranno di convivere con il legame che inizia a unirli, Sophia dovrà combattere per la sua vita e per vendicare la morte dell'amato padre. Riuscirà a scoprire l'identità del suo assassino?
E Lance sarà in grado di superare le oscurità del suo passato?
Un romanzo ricco di ironia, passione, sensualità, azione e una punta di malizia, che con il suo mix esplosivo, vi terrà incollati fino all'ultima pagina.
Il secondo capitolo di “The Shadows Saga”, che dopo Black Shadow, non si farà dimenticare.
 
 
Opinione


Non dire mai di quel sangue non ne bevo.
 
Questo è stato il mio primo pensiero quando ho cominciato a conoscere meglio l'eroina esplosiva del nuovo romanzo di questa avvincente saga. Una capa tosta, una donna caparbia a tal punto da far perdere la pazienza anche ad uno dei vampiri più vecchi di Londra, che oltre i canini potrebbe avere benissimo guadagnato l'aureola, nel sopportare le provocazioni di questa cacciatrice testarda, ironica, pungente, permalosa e ingenuamente sensuale. Sophia Holloway, professione cacciatrice di vampiri, rompiscatole patentata, mina vagante e dispensatrice di perle di saggezza ... e sarcasmo.
Lance Galahad, vampiro pluricentenario, conduce doppia vita alla Dottor Jeckill e Mr.Hyde, di giorno professore integerrimo di Storia al College, di notte irresistibile sexy vampiro, sempre in cerca di avventure. Un gentiluomo d'altri tempi, in fuga dal passato doloroso, vive un'esistenza tranquilla, fino al giorno in cui viene "investito" dalla vivacità ingombrante di Sophia. Questo secondo romanzo delle Keller, è un viaggio interiore di due personaggi che più diversi e potenzialmente incompatibili non potrebbero essere.... eppure..... la vita (o non-vita, nel caso di alcuni), a volte sembra si diverta a darci un pò di "legnate sui denti", dimostrando che non ci si può mai impuntare su una "questione di principio", perchè è proprio allora che i fatti o il destino ci dimostarno tutto il contrario. In questo Sophia si dimostra subito un ariete, capo chino e avanti tutta nelle sue convinzioni, senza fare però i conti con due occhi verdi e profondi, un fisico da urlo e un carattere irresistibile e "multisfaccettato". Lance e Sophia, sono come la notte e il giorno, come il bianco e il nero, come il sole e la luna. Vengono da un passato doloroso, fatto di perdite importanti che li ha cambiati molto, impermeabilizzandoli alle emozioni e all'amore. Prima di incontrarsi, conducono una vita sbiadita, insignificante, fatta di giorni tutti uguali, solo il lavoro a riempire il vuoto del cuore. Due anime erranti che si incontrano, si scontrano ironicamente, si cercano, si feriscono, si attraggono come gli ioni più potenti, infine si amano senza riserve. Ma l'amore, quello vero, che ti restituisce la percezione delle emozioni e del batticuore, esige sempre un prezzo, una prova attraverso la quale chi si ama deve passare... è necessario aprire e donare il proprio cuore a chi ha dimostrato di meritarlo incondizionatamente. Per far questo, spesso è necessario arrivare sull'orlo del dolore più grande, la perdita della persona amata, quella che ci ha dato il cuore senza riserve, quella che chiede soltanto di essere ricambiata (in amore mai dare nulla per scontato). Solo attraverso il dolore e la sensazione di vuoto, possiamo capire quanto quella persona è importante per noi. Questa è la difficile prova che Lance dovrà affrontare per capire quanto veramente Sophia gli sia entrata sottopelle, toccandogli il cuore profondamente. Ma anche Sophia dovrà crescere interiormente per capire gli errori commessi e ciò che potrà migliorare per conquistare l'amore di Lance.
In questo secondo romanzo le autrici hanno dato vera prova di maturazione narrativa, ampliando la "scenografia" e inserendo una varietà di personaggi "necessari" per l'impeccabile svolgimento della storia. Personaggi che leggeremo nei prossimi romanzi della Shadow saga e che sono sicura ci regaleranno momenti intensi come quelli tra Sophia e la sua preda (e viceversa!!!).
Un paranormal romance italiano, con tutte le carte in regola.... e di più.
 
 
 
 
 
 
 
L'autrice
 
 
 
Biografia autrice: Katherine Keller è l'alterego letterario di Angela Contini e Patrizia Zinni, due amiche che condividono moltissime passioni tra cui la scrittura, il fantasy e soprattutto Smallville che le ha fatte conoscere alcuni anni fa. Angela ha già pubblicato il suo romanzo di esordio “Biscotti alla vaniglia” mentre Patrizia è un'autrice alla sua prima esperienza.
Entrambe adorano entrare in libreria, gironzolare tra gli scaffali e scegliere i libri da comprare. Preferiscono immergersi nella magia di un bel romanzo piuttosto che guardare la televisione, anche se non disdegnano alcuni serials americani che sono oggetto di lunghe e divertenti chiacchierate.


Ringrazio le autrici per la fiducia incondizionata dimostrata verso Sognandotralerighe.
Grazie di cuore...... per tutto!!! Sempre vento in poppa!




 
 

4 commenti:

sangueblu ha detto...

Come sono contenta che sventoli così orgogliosamente il nostro tricolore! Cara Anna con questa recensione non solo mi hai fatto venire una grande curiosità (voglio riuscire a leggerlo il prima possibile!!!) ma mi hai riempito il cuore di gioia e hai dato certezza alla mia consapevolezza di essere davanti ad un grande e vincente connubio letterario, formato da due ragazze brave, simpatiche, ironiche e soprattutto umili che ci stanno dimostrando come si possano realizzare i propri sogni e condividerli con i propri lettori, crescendo sempre di più come è giusto e normale che sia. Complimenti ragazze perchè ci state dando un grande esempio, andando avanti a testa alta,e ci state regalando grandi emozioni e pagine piene di passione! Continuate così, con il vostro entusiasmo e il vostro talento, e continuate a dare vita a questa Serie piena di promesse e di potenzialità... Un bacio alla Katherine e uno alla Kellar! Mitiche... <3

Patty Mar ha detto...

Questa K è in estasi per la recensione e vi ringrazia per aver creduto così tanto nel nostro lavoro e averlo compreso e apprezzato... Grazie con tutto il cuore.

Angela C. Ryan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Angela C. Ryan ha detto...

In definitiva è questo che sono gli scrittori: spacciatori di emozioni.Emozioni che poi ritornano indietro nel momento in cui leggi recensioni e commenti come i vostri, per i quali non posso fare altro che ringraziare dal profondo del cuore. Grazie per la fiducia e l'appoggio costante.