martedì 23 luglio 2013

BLACK SHADOW Katherine Keller Recensione

GIOCO
AMICIZIA
COMPLICITA'
IRONIA
 
 
Queste quattro parole sono l'essenza di una "creatura" irresistibile, nata quasi per caso. Sono quattro parole che potrebbero descrivere Katherine Keller, le stesse che ha tatuato sulle pagine del suo ironico e scoppiettante paranormal romance tricolore che, niente ha da invidiare ai "parenti americani".
Quattro parole come quattro pilastri che edificano una bella amicizia, una profonda e ironica complicità che si percepisce leggendo un paranormal che rispecchia totalmente le mie aspettative verso questo genere che tanto mi piace, e grazie al quale anche io ho suggellato una indelebile amicizia, la stessa che ha "edificato" questo blog.
 
 
 
BLACK SHADOW
di Katherine Keller
 
 
 
Editore: Youcanprint
Genere: Paranormal romance
Pagine: 338
Prezzo: (brossura)
Ebook: 3.99
 
 
 
 
Trama
 
 
Alexander Blackwood è un demone spietato e senza scrupoli, abituato ad ottenere sempre ciò che vuole e quello che vuole è l'anima di Deny Grayson, una donna gentile e bella con un grande segreto: è una strega ed è in mortale pericolo.Due realtà eternamente in conflitto fra loro, due nemici appartenenti a opposte fazioni. Il destino vuole che i due si incontrino e da quel momento le loro vite cambieranno.Magia, seduzione, crudeltà sullo sfondo di una Scozia romantica quanto oscura. Potrà l'amore tormentato del demone e della strega sconfiggere nemici potenti e pericolosi, disposti a tutto pur di raggiungere i rispettivi scopi?"Voleva vivere per lui, per loro due, per abbattere tutte le barriere che li dividevano. Aveva trovato la sua ancora di salvezza, aveva trovato una ragione per sentire battere il suo cuore ogni singolo istante.".
 
 
Opinione
 
 
Apprestandomi a scrivere l'opinione di questo scoppiettante ed ironico paranormal romance, ho avuto una fugace e bizzarra visione..... il David di Donatello (con fisico al seguito) scende dal suo piedistallo e con bandiera tricolore in mano si reca a far visita alla Statua della Libertà.... si ferma davanti, gli toglie la fiaccola dalla mano e le affida il tricolore.... poi poggia sopra il libro che tiene nell'altra mano.... Black shadow. No, tranquilli non ho nè fumato, nè bevuto.... è la mia immagine del riscatto di due autrici italianissime nei confronti di autrici americane che scrivono lo stesso genere... e non sto qui a fare nomi, cognomi e titoli ma, ultimamente ho letto un paranormal e mi sono detta: ma Black shadow è molto meglio!!!! Ho iniziato questa mia opinione in modo ironico perchè a Katherine Keller sono sicura piacerebbe l'approccio.
GIOCO, AMICIZIA, COMPLICITA' e IRONIA,
quattro parole per descrivere Black shadow e le sue due autrici.
Katherine Keller si fa in due, poichè è lo pseudonimo dietro il quale si celano due amiche che un pomeriggio, per gioco cominciano a scrivere....
(riporto ciò che mi hanno raccontato personalmente quando ho fatto alcune domande)
 
"Tutto cominciò così. Ci creammo un gioco di ruolo con personaggi dotati di caratteristiche particolari, fuori dal comune, non solo il demone Alexander (il cui nome all’inizio era Drake) e la strega Denamora, ma tanti altri, vampiri, angeli, licantropi. Ci piaceva inventarci sempre personaggi nuovi, che stimolassero la nostra fantasia e ci facessero divertire con le loro storie. Quindi Black Shadow è nato così, dal parto folle di due amiche in vena di giocare. Ma la realtà era che più scrivevamo, più i personaggi ci sembravano veri, avevano diritto a uno spazio diverso, più ampio, non era più un semplice svago. Così il gioco, diventò romanzo, senza per questo perdere quella nota di divertimento che ci ha permesso di scriverlo improntandolo su una vena particolarmente ironica. Ci siamo impegnate a ricostruire i dialoghi, a tagliare scene superflue, a scriverne di nuove per cercare di rendere giustizia ai personaggi che avevamo imparato ad amare con tutto il cuore, e lentamente la storia è cresciuta con una trama ben precisa, un piccolo mondo in cui far muovere le nostre idee e i personaggi che nascevano da esse. E questa è l’origine di “The Shadow Saga”."
Perciò il primo romanzo della Shadow saga nasce come "un gioco di ruolo" e poi si ferma su carta, regalando a noi lettori una storia piacevole, godibile e ironica. Io che in un paranormal cerco sempre sia il lato romance che l'ironia e il sarcasmo (soprattutto testosteronico), leggendo Black, la prima cosa che ho pensato è stata che il demone Alelk e il suo nemico/amico Shezie mi ricordavano tanto Lassiter e Tohrment (personaggi della confraternita del pugnale nero di J.R.Ward). In questo primo romanzo della saga ho trovato la mia dimensione paranormal... l'amore e l'ironia, caratteristiche per me fondamentali nel genere... e se devo essere sincera.... di Paranormal italiani autopubblicati ne ho letto diversi e, in tutti manca proprio la vena ironica, quello sdrammatizzare tipico maschile che rende la narrazione irresistibile. Certo il lato romance lo rende ancora più attraente, tre personaggi che fanno sorridere, tremare e a volte ti tengono col fiato sospeso, tutte sensazioni che in un paranormal che si rispetti a mio avviso non dovrebbero mancare. In questo romanzo c'è il pathos che non ho trovato in molti altri Paranormal Romance autopubblicati. C'è la storia d'amore, d'amicizia e complicità maschile, c'è l'ironia e il sarcasmo tipico di demoni e angeli che fanno i galletti nel pollaio (non resisto!!!). Mi è dispiaciuto il fatto che non ci siano molte descrizioni dell'ambiente in cui si svolge la storia, ma venendo a scoprire che all'origine Black fosse un gioco di ruolo, ho capito la motivazione di questo trascurabile limite. Non si può tralasciare il lato psicologico dei personaggi, Denamora (finalmente un nome originale!) strega in fuga dalle sue origini, tiene celati i suoi poteri per cercare di vivere una vita apparentemente normale. Dovrà fare comunque i conti col mondo soprannaturale al quale appartiene perchè c'è un demone che le dà la caccia. Il demone in questione non è un cattivo qualsiasi, è uno dei più antichi e "blasonati" cattivi, figlio di demone ai più alti livelli; Alelk, (questo è il suo nome) ha la grande fortuna/sfortuna di avere come amico un angelo che lo mette continuamente alla prova e, con lui la sua già poca pazienza. E proprio l'angelo Shezie porterà Alelk a guardarsi dentro, e cercare il buono che non pensava di possedere. L'evoluzione di un gentil-demone e la sua strega coraggiosa, quella che da preda diventerà il suo destino.
Un romanzo che si legge tutto d'un fiato e che lascerà un certo livello di nostalgia una volta chiuso. L'amicizia tra Alelk e Shezie, incarna il legame sottile tra bene e male, l'amore tra Alelk e Denamora, incarna il legame tra vita e morte, ma oltre a ciò troverete anche uno spaccato di legami familiari davvero forti e toccanti, tra padri "autorevoli" e figli insicuri davanti alla malvagità di un genitore che, dovrebbe rappresentare un riferimento e che invece si dimostrerà egoista e calcolatore. Il primo romanzo di una saga destinata ad appassionarci senza riserve. Io ancora ripenso alle battute tra Alelk e Shezie e sorrido. Ripenso alla tensione sensuale tra Deny e Alelk e al coraggio e caparbietà femminile che fanno di questa strega un personaggio paranormal con tutte le carte in regola. Non vi parlo di Shezie il sexy angelo, perchè sarei troppo di parte.... Ancora oggi (ho letto il romanzo più di un mese fa) penso spesso a questi personaggi e ai loro siparietti che nulla hanno da invidiare a penne paranormal  d'oltreoceano.
 

  +  +
 
 
 
Poichè per molti di quelli che leggeranno potrei sembrare di parte, ho voluto aggiungere il commento della mia lettrice fissa Ago (del cui giudizio ho un'alta considerazione), che leggeva un romanzo paranormal romance per la prima volta:

Gli aggettivi con cui definirei Black shadow sono: frizzante, spumeggiante, esilarante, effervescente. E' scritto in maniera dettagliata ma estremamente scorrevole, in equilibrio costante tra una comicità attuale e mai forzata o scontata, un romanticismo struggente e sensuale , una storyline avvincente e dinamica. I protagonisti della vicenda si fanno amare fin dalle prime pagine e ricordano un pò gli eroi dei manga giapponesi ( come non pensare a Shezy come a una sorta di Cavaliere dello Zodiaco, o ad Alelk come un novello Howl ), con i loro atteggiamenti virili, i dialoghi intimidatori, le lotte a suon di occhi sparafuoco e piume taglienti; un pò rimandano agli attori del cinema splatter di Tarantino ( ad esempio, durante le scorribande peccaminose di Lance e Alelk). Ma è soprattutto l' amore incondiziato e purificante di Deny e Alelk, che vede alternarsi tiepida tenerezza e incandescente fuoco di passione, il protagonista assoluto di Black Shadow; in un avvicendarsi di schermaglie e dispetti, coccole, tormento, ebbrezza. Un libro dal quale diventa un' impresa staccarsi dopo le prime pagine, e che invoglia a saperne sempre di più sui suoi protagonisti. Molto divertenti i contenuti extra visionabili dal sito; il capitolo post- matrimonio accontenta chi come me vuole sempre saperne di più sul "dopo"; le interviste poi sono davvero esilaranti. A questo punto non mi resta che attendere il secondo capitolo della saga che vedrà come protagonista il vampiro Lance, e sperare che la fervida immaginazione delle due KK si concentri anche sul simpaticissmo Shezy: chissà cosa ne scaturirebbe!


L'autrice
 
Katherine Keller è l'alterego letterario di Angela Contini e Patrizia Zinni, due amiche che condividono moltissime passioni tra cui la scrittura, il fantasy e soprattutto Smallville che le ha fatte conoscere alcuni anni fa.  Angela ha già pubblicato il suo romanzo di esordio “Biscotti alla vaniglia” mentre Patrizia è un'autrice alla sua prima esperienza.Entrambe adorano entrare in libreria, gironzolare tra gli scaffali e scegliere i libri da comprare. Preferiscono immergersi nella magia di un bel romanzo piuttosto che guardare la televisione, anche se non disdegnano alcuni serials americani che sono oggetto di lunghe e divertenti chiacchierate.
 
La SHADOW SAGA:
1. Black shadow (giugno 2013)
2. Crimson shadow (27 Luglio 2013)


 

 

5 commenti:

Angela C. Ryan ha detto...

Una recensione con i controfiocchi. Questa parte della Keller non poteva desiderare di meglio. Grazie di cuore per le magnifiche parole spese, per l'affetto dimostrato e la fiducia nel nostro lavoro!

foschia75 ha detto...

Cara Metà Keller, grazie a voi per averci regalato un storia paranormal con fiocchi!!! Sono orgogliosa più che mai di sostenere voi coraggiosi auto-pubblicati!!!!

Patty Mar ha detto...

Anche questa parte di Keller non può che ringraziare per la splendida recensione al nostro romanzo. E' bello sapere di essere capaci di emozionare con i propri scritti il lettore... e se quel qualcosa che abbiamo messo nella storia e nei personaggi è arrivato a meta, bé, non posso che esserne felice. Grazie per aver creduto in queste due autopubblicate :D

sangueblu ha detto...

Quando ho cominciato a leggere questo libro è stato davvero difficile staccarsi dalle sue pagine e dal suo ritmo incalzante. Personaggi interessanti ed affascinanti, dinamiche accattivanti che se pur non brillavano per "originalità" (dopotutto nel Paranormal Romance gli schemi sono quelli e non si scappa...) mi hanno conquistata fin da subito per la freschezza e la "vita propria" che li caratterizzava. Ma su tutto ciò che mi ha fatta capitolare di fronte a Katherin Kellar e al suo Black Shadow è stata l'IRONIA... Quel continuo sarcasmo e quella costante simpatia che traspare in ogni riga, in ogni battuta. E sapendo che proprio questi sono gli ingredienti favoriti dalla mia Sister Angel Foschia75 mi sono proprio sentita di consigliarglielo, con l certezza che sarebbe stato il libro "giusto" anche per lei! Non avevo dubbi!
Ora anche io ho terminato il libro almeno un paio di mesi fa, ma lo ricordo ancora ben impresso e con grande affetto. E non solo per quello che ci racconta e per come ci fa trascorrere il tempo in sua compagnia ma perchè, nonostante tutti i possibili difetti imputabili ad un'opera prima (peccati veniali a mio parere quando sono supportati da una storia dal tale potenziale e motivati dall'inesperienza o dalla mancanza di un' editing professionale - non dimentichiamoci che è un'autopubblicazione... - oltre ad essermi innamorata di Alexander e Denamora, mi sono prima inconsciamente e poi sempre più consapevolmente innamorata di queste due amiche scrittrici che, oltre ad essere brave "sulla carta", sono anche e soprattutto due persone fantastiche nella vita. Sono certa che insieme faranno grandi cose, sempre di più... Regalandoci emozioni sempre più grandi e storie sempre più appassionanti e "inattaccabili". Il loro entusiasmo è grande, così come la loro passione e il loro talento e mi sento di scommettere su di loro; su un futuro letterario pieno di soddisfazioni per loro e pieno di bei romanzi per noi! :-)

Mi spiace che la sua lettura è caduta in un momento un po' particolare della mia vita, molto frenetico e saturo di impegni. Ciò mi ha costretta a rimandare una recensione che era sempre lì lì... pronta per essere scritta e poi mai compiuta. Menomale che ci ha pensato Anna (Foschia) che ha trovato tutte le parole che avrei voluto spendere io, dicendole anche meglio!!! ;-) (Dopotutt anche noi siamo quasi una cosa sola!! ) :-D

Brave ragazze, Angela e Pat...

Se posso farvi un augurio, e dare un consiglio a tutte le lettrici, è quello che vi conoscano quante più appassionate di Paranormal Romance possibili, perchè con voi non rimarranno deluse!!!

Patty Mar ha detto...

Grazie anche a te Sangue Blu per il tuo apprezzamento e per le tue parole... sono uno stimolo per noi a fare sempre meglio <3